Sentiero interrotto fra Borgotaro e Pontremoli dopo Cervara.
Come anticipato via messaggio è interrotto un tratto di circa 800 metri a causa di lavori per una centrale idroelettrica (segnato con tratteggio blu).
Il 14 agosto, quando ho fatto il sopralluogo, non c’era nulla anche se avevo notato che il sentiero era stato oggetto di lavori di allargamento e si notava il passaggio recente di mezzi meccanici.
Il cantiere pone il divieto di passaggio, anche pedonale, data la pericolosità dello scavo con grandi tubi sospesi che vengono posati con ruspe che occupano tutta la larghezza del sentiero.
Ieri ci hanno fatto passare dopo trattativa, fermandosi. Ma temo che bloccheranno in modo più deciso perché gli altri operai mentre passavamo erano molto contrariati. Effettivamente dentro lo scavo ci sono i saldatori che fanno la giuntura dei tubi e chi passa può farlo solo sui bordi dove hanno accumulato la terra dello scavo, rischiando di far cadere sassi su chi sta lavorando.
Il problema è che anche il tratto alternativo che segno con tratteggio in giallo è interessato da cantiere, sembra ormai terminato se non per i lavori di ripristino del piano stradale. Lì ieri da Cervara non c’era blocco pedonale ma solo ai mezzi motorizzati, ma andrebbe verificato che tutto il tratto fino a Prà del Prete sia percorribile dai pellegrini.
24 agosto 2017

Il caldo si è attenuato, i punti d'acqua, già segnalati sulle Cartoguide, sono attivi, con l'unica eccezione di Pradonico. In quest'ultimo caso per chi proviene da Osacca faccia rifornimento al fontanone del luogo e per chi proviene da Pontremoli faccia rifornimento a San Cristoforo. 

19 agosto 2017

Fa molto caldo, davvero molto caldo.
Pensateci bene prima di iniziare il cammino, la Via degli Abati presenta dislivelli importanti e alcune tappe, soprattutto nel tratto Bardi-Borgotaro-Pontremoli, vanno calibrate in anticipo secondo le vostre capacità e secondo il vostro allenamento.
La Via degli Abati è immersa nella natura e nel silenzio. Potete incontrare fonti, fontanoni e corsi d'acqua in condizioni climatiche normali, ma questa e siccità e questo caldo anomali rendono tutto incerto e alcune fontane potrebbero non avere più acqua. Fate quindi un rifornimento più che sufficiente, il cammino nella natura non contempla bar o luoghi di ristoro nei boschi, sappiatelo.
Non vogliamo più incontrare viandanti stravolti che pensavano che il sentiero fosse pianeggiante... informatevi.
Buon cammino a tutti, in serenità e allegria. 

3 agosto 2017

Informiamo camminatori e pellegrini che, di norma, dati i tempi della distribuzione postale,occorrono almeno quindici giorni per ricevere Cartoguide e Credenziali.

AVVISO AI CAMMINATORI e PELLEGRINI!!!   4 febbraio 2017

 http://www.parmaquotidiano.info/2017/02/03/allerta-frane-le-piogge-attese-appennino/ 

AVVISO AI CAMMINATORI e PELLEGRINI!!!   gennaio 2017

http://protezionecivile.regione.emilia-romagna.it/servizi/allerte-avvisi-protezione-civile/ultimi-avvisi/allerta-n-005-2017-attivazione-fase-di-attenzione-vento-stato-del-mare-neve-pioggia-che-gela/view

Camminatori ed escursionisti : attenzione!!! 

Allerta 25 novembre 2016. 

Periodo di piogge intense ed esondazioni. ATTENZIONE. Prima di partire consultare almeno:

http://protezionecivile.regione.emilia-romagna.it/

 Allerta meteo : 5-6 novembre 2016 

L'Agenzia Regionale di Protezione Civile della Regione Emilia-Romagna ha emesso l'allerta n° 94/2016 per PIOGGIA, VENTO, CRITICITA' IDRAULICA, CRITICITA' IDROGEOLOGICA e STATO DEL MARE a partire dalle ore 8.00 di sabato 5 settembre e sino alle ore 18 di domenica 6 novembre 2016. 

Attivata fase di PREALLARME (ARANCIONE) sull'intera fascia montana emiliana (dal piacentino al bolognese) e fase di ATTENZIONE (GIALLA) per il settore di pianura emiliana sino al ravennate.
Prestare attenzione agli aggiornamenti in corso di evento da parte dei siti istituzionali.

Allerta meteo : dal 13 ottobre 2016 !!!

1 ottobre 2016

Arrivano 16 ore di pioggia. Preallarme della Protezione civile

 

In questa pagina pubblichiamo, nel limite delle nostre conoscenze, le informazioni  che ci vengono via via fornite da chi ha effettuato il percorso. 

Vi preghiamo pertanto di contribuire alla compilazione di questa pagina segnalandoci al più presto possibile eventuali difficoltà impreviste incontrate sul vostro cammino a beneficio dei successivi camminatori. Grazie  

Distribuzione postale a rilento : richiedere con notevole anticipo sulla partenza le Cartoguide!!!

Ai camminatori, soprattutto in caso di maltempo, consigliamo, essendo il primo tratto del sentiero sul Borgallo, direzione Pontremoli, coincidente con lo 00, esposto : 

all'ultimo bivio, invece di salire in cima al Borgallo, prendere a destra il sentiero 843a, scendere e proseguire fino a prendere il sentiero 843d e salire sul crinale del Borgallo, nella zona del monumento ai Caduti (dove è indicata, sulla Carto Guida, quota 1097) 

mentre per chi proviene da Pontremoli con direzione Borgotaro, nella zona del monumento ai Caduti (dove è indicata, sulla Carto Guida, quota 1097) prendere il sentiero 843d, scendere e proseguire fino a prendere il sentiero 843a che, salendo, vi riporta sulla Via.

28 aprile 2016

Maltempo allerta della Protezione Civile 4 marzo 2016

https://www.facebook.com/1454346114872020/photos/a.1457529664553665.1073741830.1454346114872020/1513817165591581/?type=3&theater

http://www.liberta.it/2016/03/05/le-piogge-gonfiano-i-fiumi-timori-per-trebbia-nure-e-tidone-foto/

Maltempo allerta della Protezione Civile 27 febbraio 2016

https://www.facebook.com/1454346114872020/photos/a.1457529664553665.1073741830.1454346114872020/1511778929128738/?type=3&theater

Maltempo, allerta della Protezione Civile dalle ore 13 di oggi - 15 febbraio 2016 - 
Nuova allerta maltempo della Protezione Civile dell'Emilia-Romagna dalle ore 13 di oggi, lunedì 15 febbraio per 35 ore fino alla mezzanotte di mercoledì 17 febbraio per criticità idraulica e criticità idrogeologica. Possono verificarsi innalzamenti dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua al di sopra della soglia 1, che possono causare locali danni alle opere idrauliche e di difesa spondale, ai cantieri, alle attività agricole ed antropiche presenti in alveo

Potrebbe interessarti:http://www.parmatoday.it/cronaca/allerta-maltempo-protezione-civile-15-16-17-febbraio.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/ParmaToday

23 ottobre : l'Ostello di Bobbio è chiuso.

ATTENZIONE - ATTENZIONE - ATTENZIONE   

ALLERTA PROTEZIONE CIVILE : 13 GENNAIO 2016 https://www.facebook.com/1454346114872020/photos/np.1452707355376813.100003495303004/1499806463659318/?type=3¬if_t=notify_me_page

ALLERTA PROTEZIONE CIVILE : 2 GENNAIO 2016     http://protezionecivile.regione.emilia-romagna.it/servizi/allerte-avvisi-protezione-civile/ultimi-avvisi/001_2016-attenzione-per-neve

31 dicembre 2015: allerta neve nei prossimi giorni!

26 SETTEMBRE (Sabato) Situazione Cammino Via degli Abati -  

Marco, un camminatore in viaggio da Bobbio ed oggi, sabato, giunto a Groppallo, ci informa che il sentiero è praticabile e che, al momento, il Nure è guadabile, nel guado indicato dalle Cartine.
Foto d'archivio.

24 SETTEMBRE (Giovedi') : Il pellegrino, Lorenzo, partito da Bobbio, passato due giorni fa da Farini ci ha confermato che il sentiero, pur in non buone condizioni, è transitabile.

23 SETTEMBRE : La situazione va migliorando, tuttavia nei prossimi giorni provvederemo ad un sopralluogo nei pressi di Groppallo, Farini e Nure e vi informeremo.

20 SETTEMBRE : Ci viene comunicato che da Mareto a Groppallo il sentiero della Via degli Abati, causa il recente maltempo, è stato travolto ed invaso dalle acque. Invitiamo pertanto a non partire ed a riprogrammare il cammino in altra data. 

ORE 20.45 DEL 19 SETTEMBRE : ATTENZIONE: Emessa Allerta di Protezione Civile n.85/2015 fase di Attenzione per TEMPORALI su tutta la regione dalle 20:00 del 19/09/2015 alle 12:00 del 21/09/2015.

http://protezionecivile.regione.emilia-romagna.it/servizi/allerte-avvisi-protezione-civile/ultimi-avvisi/085_2015_attenzione-temporali-tsu-utta-la-regione

19 SETTEMBRE 2015 : I borghi, a poco a poco si rianimano. Dopo l'alluvione, c'è molto da fare, tuttavia si può riprendere il cammino, lungo la Via, con prudenza, contattando preliminarmente accoglienze, uffici turistici, pro loco e Comuni.

Occhio sempre al meteo, ma per i prossimi giorni le indicazioni sono buone. 

Comunque: attenzione!

17 SETTEMBRE 2015  -  IL TORRENTE NURE NON E' GUADABILE!!!

Resta critica la situazione. Non partite sulla Via degli Abati!!!

Alluvione in Valnure e Valtrebbia, strade, case e auto inghiottite. Crolla il Ponte di Barberino, Roncaglia allagata

Gravissimi danni a FARINI!!! Il ponte, tuttavia, è transitabile.

Attenzione per i camminatori avventurieri !!! Frane e fango su tutto il percorso della Via degli Abati, non solo in Val Trebbia e Val Nure ma anche Val Ceno ed oltre. Partite con la cartina e con i ricambi, se proprio dovete partire ora.

DA BARDI Greis Bar invia un AGGIORNAMENTO: La situazione intorno a Bardi è molto molto critica. L'alluvione di questa notte si sta rivelando sempre più devastante. Non sappiamo quando riusciremo ad andare sui sentieri per controllare la segnaletica su tutto il territorio, che sarà da rifare per la maggior parte. Il mio consiglio è di NON mettersi in cammino in questi giorni, mi spiace!

Alta Valnure e Valtrebbia sotto scacco del maltempo. Le incessanti piogge hanno provocato enormi disagi e problemi. A Bettola un'auto è stata inghiottita dal Nure, a Ferriere un'abitazione è "scivolata" in un torrente. Poco prima di Bettola il Nure si è portato via l'intera strada provinciale

http://www.piacenzasera.it/app/document-detail.jsp;jsessionid=FA1734FEA4507193BB88EDD8F64738FB?id_prodotto=61065

Potrebbe interessarti:http://www.ilpiacenza.it/cronaca/bomba-d-acqua-sull-alta-valnure-e-emergenza.html

Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/ilPiacenza.itInformazioni aggiornate al 14 settembre 2015

Dall'allerta Meteo della Protezione civile nelle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna :

"Possibili rapidi innalzamenti dei livelli idrometrici nei piccoli bacini montani con erosioni e ruscellamenti superficiali ed eventuali localizzati danni ad edifici e viabilità interessati da fenomeni di erosione, deposizione e/o scorrimento superficiale delle acque"

Leggi sempre, prima di partire, le informazioni della protezione Civile Emilia-Romagna http://bit.ly/Allerta_Meteo_EmiliaRomagna

Salita Cavozza-Chiappa e Variante Monte Lama - La discesa : I segnali ci sono. Se siete su un sentiero dove non vedete segnali ... tornate indietro ai bivi !!! La discesa Lama Castellaccio è un punto cruciale per la difficoltà di segnatura (come pure quello dopo in un prato con saltuario laghetto), mentre la fine della salita della Chiappa è un punto cruciale perché si arriva con la lingua fuori e nessuno alza la testa per notare la ben visibile segnalazione a destra, malgrado il segno di deviazione a terra. Procuratevi la cartoguida. Buon cammino a tutti, secondo il vostro passo. E fermatevi a osservare, riempitevi gli occhi.Per completare quanto scritto sopra (per chi arriva da Pavia-Bobbio): a) Discesa Lama-Castellaccio - a fine discesa girare a destra - non prendere il sentiero di fronte e neppure quello che scende a sinistra. Girare a dx, traccia, si dovrebbero incontrare, poco dopo, i segni. b) Uscita dal bosco in una piccola radura dove dovrebbe esserci un laghetto, una pozza d'acqua... ma ultimamente anche niente, i paletti che mettiamo spesso scompaiono (per animali o cedimento del terreno o ...) - ecco, a questo punto tagliare in diagonale verso destra. Quando si entra tra gli alberi ricompaiono i segnali. c) Salita Cavozza-Chiappa, fare attenzione al segnale a terra che indica di girare a destra. Interrompere quindi la salita che costeggia una piccola baracca e prendere in piano a destra. E una volta rientrati nel bosco dopo qualche centinaio di metri in piano (questa volta si gira a sinistra, è segnato quindi non imboccare sentieri precedenti NON SEGNATI), fate attenzione perchè all'altezza dell'acquedotto dopo 50 metri il sentiero VA si trova, ancora una volta, a destra. Non mi vengono in mente altri posti dove uno si potrebbe smarrire... però non so, le vie della stanchezza e della distrazione sono infinite. Fateci sapere.

- I primi di giugno sono passati anche dei Cavalieri, tuttavia segnaliamo che il percorso a cavallo è per CAVALIERI ESPERTI

- A Pavia occorre molta, molta prudenza nell'attraversamento del Ponte della Becca.

- A Pontremoli, è stato riaperto l'Ospitale dei Cappuccini : ora si chiama San Lorenzo martire.

 E' stata riaperta anche la Foresteria del Castello del Piagnaro: chiamare  01874601211 oppure istruzione@comune.pontremoli.ms.it.

- Dal km 47,5 da Bobbio verso Bardi (loc. La Peschiera) al km 48 (Loc. Monticelli) il percorso deve essere fatto sulla strada  provinciale, in quanto il sentiero, indicato sulla Carto Guida, non è più praticabile. 

- Tratta  Pavia - Bobbio  frana al km. 12,5 da Colombarone andando verso Caminata. Si passa ugualmente. ( vedere foto qui di seguito.).

Questa è la visione generale da nord 

     Sulla sinistra (per chi guarda) c'è la frana, dove passava la mulattiera; sulla destra, in cima, un bel pratone dove si può tranquillamente passare.

 

(Si spera che non venga giù un altro pezzo di collina. La camminatrice che ha segnalato è passata in tranquillità costeggiando i tubi dell'acqua.) Comunque fare ATTENZIONE!!!